×
×
☰ MENU

PESTE SUINA

Il presidente di Confagricoltura dell'Emilia Romagna : "Serve l'eradicazione dei cinghiali"

Richiesto un piano alla Regione per evitare danni economici e sociali incalcolabili

cinghiale

15 Gennaio 2022,17:59

BOLOGNA, 15 GEN - Di fronte all’espandersi sul territorio della peste suina africana «sono indispensabili le misure attuate nell’immediato» dalla Regione Emilia-Romagna «per contenerne la diffusione ma ora chiediamo di predisporre un piano di eradicazione del cinghiale che è il principale vettore dell’infezione». E’ quanto sostiene il presidente di Confagricoltura Emilia-Romagna, Marcello Bonvicini, sulla scorta di una riunione della sezione faunistico-venatoria con i rappresentanti provinciali dell’organizzazione che ritiene un «obiettivo primario» salvaguardare la filiera suinicola dal virus.

«Siamo d’accordo sulla sospensione dell’attività venatoria nelle province di Parma e Piacenza, vicine all’area infetta - prosegue Bonvicini - tuttavia non dobbiamo assolutamente bloccare i piani di controllo della specie del cinghiale, anche quelli eseguiti in modalità collettiva, atti alla riduzione di questi ungulati», anche perché, viene argomentato ancora, un intervento «si reputa doveroso e necessario vista la pericolosità della malattia e le possibili ripercussioni commerciali sulle filiere delle carni Dop e Igp».

I prodotti a base di carne Dop e Igp dell’Emilia-Romagna, evidenzia la Confagricoltura regionale rappresentano, in valore, un patrimonio pari a 1,032 miliardi.

Quindi, conclude il presidente dell’associazione emiliano-romagnola, «bisogna modificare l’approccio al problema: l'attività venatoria non è il fattore di rischio di diffusione dell’infezione. e adesso l’obiettivo su cui concentrare l’azione deve essere il prelievo selettivo del cinghiale da Piacenza a Rimini, per evitare danni economici e sociali incalcolabili». 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI