×
×
☰ MENU

il caso

Casa, l'affondo a Lavagetto: "Da 20 anni i parmigiani relegano all’opposizione il tuo modo di fare politica"

Botta e risposta tra l'assessore e il capogruppo Pd

Casa, l'affondo a Lavagetto: "Da 20 anni i parmgiani relegano all’opposizione il tuo modo di fare politica"

21 Gennaio 2022,17:17

Le elezioni per decidere il prossimo sindaco di Parma e la maggioranza che guiderà la città entrano nel vivo. Per i nomi è ancora presto, ma le schermaglie, i botta e risposta sono iniziati. L'ultimo capitolo della querelle Casa-Pd (Lavagetto) è firmato dall'assessore in carica che risponde al capogruppo del Partito democratico in Consiglio comunale, attaccandolo senza giri di parole: i parmigiani "da vent’anni relegano all’opposizione il tuo modo di fare politica". Casa, infatti, nel suo affondo accusa l'sponente del Pd di volersi candidare 'perciò il tuo dire di “no” all’alleanza è un semplice calcolo politico per rimanere “in corsa'. Facciamo un breve e sintetico doppio passo indietro, la prima puntata del botta e risposta la scrive Casa con una lettera alla Gazzetta: «L'alleanza con il Pd? Compromesso che non posso accettare», che spiega «In questi anni dai dem solo critiche e mai proposte». Replica Lavagetto:  "Casa ha ragione, Pd ed Effetto Parma hanno poco da spartire", che poi, su facebook posta la foto di un busto marmoreo di Marco Aurelio e una frase a lui attribuita, "indirizzandola" all'assessore:  "Lo scopo della vita non è essere dalla parte della maggioranza, ma evitare di trovarsi nelle file dei pazzi". Da qui, l'affondo di Casa.


Il post completo di Casa

Caro Lorenzo Lavagetto ho letto il tuo intervento, che mi cita, e confermo e ribadisco ancora di più quanto ho scritto nella mia: sei la rappresentazione di quella politica che i parmigiani hanno sempre relegato all’opposizione da ormai 25 anni.
Senza troppi peli sulla lingua, perché sono abituato a dire quello che penso: non lo fai credere, ma è chiara a tutti la tua volontà di candidarti a sindaco, perciò il tuo dire di “no” all’alleanza è un semplice calcolo politico per rimanere “in corsa”.
Non parte da idee o principi valoriali. Ecco, questa è una politica che i parmigiani rifiutano perché, possiamo dirlo, dei calcoli o calcolini politici si disinteressano totalmente. Dopo 10 anni di governo posso dire che alla città interessano risposte concrete ai problemi di tutti i giorni, avere garanzie di una vita tranquilla e programmare un solido futuro. Una giunta deve rispondere a questo, non ad altro. La mia scelta è perciò diametralmente opposta alla tua, non citarmi per i tuoi interessi, perché non sono i miei: penso infatti che Effetto Parma abbia ancora molto da dire e da offrire alla città, e penso anche che il tuo atteggiamento sia la cifra di una politica che la città ha il dovere di superare. D’altra parte non sono io a dirlo ma i parmigiani stessi, che da vent’anni relegano all’opposizione il tuo modo di fare politica.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • AndreaP

    21 Gennaio 2022 - 19:29

    Direi che a breve vedremo chi ha ragione ...

    Rispondi

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI