×
×
☰ MENU

cultura

Teatro Regio come monumento nazionale: sì unanime al Senato. Ora tocca alla Camera

Parma si appresta a celebrare il proprio patrono: Sant’Ilario, giovedì 13 gennaio 2022, al Teatro Regio

11 Maggio 2022,10:31

Via libera all’unanimità, con 218 voti favorevoli, dall’Aula di palazzo Madama al ddl per il riconoscimento del Teatro Regio di Parma monumento nazionale con voti favorevoli, contrari, astenuti. Il provvedimento in prima lettura in Senato passerà ora alla Camera.

 Il disegno di legge si compone di due articoli: l’articolo 1, che riconosce il Teatro Regio di Parma quale monumento nazionale, e l’articolo 2, che reca la clausola di invarianza finanziaria introdotta al fine di recepire la condizione posta, ai sensi dell’articolo 81 della Costituzione, dalla Commissione bilancio nel proprio parere reso sul provvedimento. 

Ed è  subito arrivato il commento della senatrice parmigiana della Lega Maria Gabriella Saponara, proponente del ddl.

 “La dichiarazione a monumento nazionale per il Teatro Regio di Parma permetterà di valorizzare quello che non è solo un meraviglioso edificio neoclassico ma un patrimonio storico e culturale per la città di Parma e tutto il nostro paese. Come Lega siamo orgogliosi di aver portato questa nostra proposta all’approvazione del Senato e confidiamo in un via libera definitivo del Parlamento quanto più rapido possibile perché crediamo nella cultura e siamo stati i principali promotori di questa iniziativa, anche grazie al lavoro del sottosegretario Borgonzoni. Il nostro Teatro Regio è stato nella storia esempio di buon governo e viatico per importantissimi eventi, legati sì alla lirica di Giuseppe Verdi e alla musica ma anche a momenti di vita sociale come le proteste del ‘68. Inoltre è uno dei tanti esempi di eccellenze del nostro patrimonio culturale che un paese come l’Italia, in cui il turismo è un settore trainante dell’economia, può e deve valorizzare. La dichiarazione a monumento nazionale per il Teatro Regio di Parma è quindi un traguardo prestigioso, in continuità con il percorso iniziato per Parma Capitale italiana della cultura, che rende onore alla tradizione artistica e architettonica della Città”.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI