21°

30°

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo nella rivoluzione del '68

"Sex & Revolution!" a Reggio Emilia: foto, libri, video e la stanza vietata ai minori a Palazzo Magnani

Ricevi gratis le news
0

"Compagni! Fate l'amore con gioia e senza paura!". L'esortazione viene da un documentario che, negli anni '70, "istruiva" i cittadini nella Germania Est. Mentre una voce spiega in modo altisonante perché il sesso fa bene, le immagini mostrano coppie che lo praticano. E ai "consigli" si alternano cori che intonano motivetti tipo "Partito comunista, mio amatissimo, mio fiore profumato"... Il documentario riemerge dalla Storia a Reggio Emilia, nelle stanze di "Sex&Revolution!" a Palazzo Magnani, una delle 13 mostre del calendario principale di Fotografia Europea. 
Le foto sono numerose ma in questo caso il '68, la rivoluzione e i turbolenti cambiamenti nella società negli anni Settanta sono raccontati anche attraverso gli oggetti: libri, filmati d'epoca, locandine delle pellicole più scabrose, persino pubblicazioni porno.
Così, dopo una prima foto che ricorda i giovani di Woodstock, ecco una stanza che racconta sessuologi, filosofi, letterati, come il tedesco Wilhelm Reich che "inventa la rivoluzione sessuale", il rapporto fra sesso e letteratura e la persecuzione dell'erotico. Personaggi che, fin dalla prima metà del Novecento, studiavano (con tanto di esperimenti più o meno avveniristici) la correlazione fra la sessualità, la salute e l'energia del corpo umano.

Il racconto di un decennio che ha segnato radicalmente la società italiana prosegue: si può così scoprire una confezione della prima pillola anticoncezionale, lanciata negli Stati Uniti nel 1960, un dispositivo massaggiatore "a punta vibrante", le prime riviste con foto di donne nude (ma nemmeno troppo, come la star anni '50 Liri St. Cyr). Playboy e l'erotismo patinato, ma anche i giornali spinti come "Le Ore", "Lui", "Men" e "Mandrillo"; quest'ultimo si definiva "settimanale umoristico" e in una copertina del '72 metteva Brigitte Bardot. I titoli potevano essere alquanto improbabili, come "Arriva l'amplesso in scatola", "Le mutandine della speranza" o "Le foto segrete dei porno-spettacoli che vedremo in televisione". Sulla stampa comparivano foto di nudo ma anche - come appare da alcuni "pezzi" in mostra - articoli sulla morale sessuale, i cambiamenti normativi ad essa legata, attacchi alla censura... 
Ciò che si racconta a Palazzo Magnani per alcuni è Storia, per altri (più o meno bei) ricordi. Bando alla morbosità comunque: questa è una mostra accurata, sebbene i temi siano "delicati", specialmente per il pubblico più giovane. Le ricche spiegazioni sulle pareti possono venire in aiuto per capire l'evoluzione del costume nel tempo e magari i motivi di una esplosione verso nudità e linguaggio disinvolto, in contrapposizione alla morale più conservatrice del tempo. Su un giornale si discute il caso di una donna che a Aukland è stata condannata a pagare ben 35mila lire di multa perché, durante una riunione pubblica, ha pronunciato parole giudicate sconvenienti per una signora come "merda", "vacca" e - la goccia che ha fatto traboccare il vaso - "fottere". 



Interessanti i video che accompagnano foto e memorabilia. Da segnalare quello del 1976 con una ragazza che parla a un'assemblea di giovani e fa emergere una doppia contraddizione di quegli anni. Lei dice "no" alla visione della donna come "angelo del focolare" e, in epoca di radio libere, persino come "angelo dei dischi" che aiuta l'uomo. Dice no alla morale comune che pretende le donne vergini fino al matrimonio ma respinge anche un certo approccio maschilista della "rivoluzione", secondo cui per essere davvero anticonformista le ragazze avrebbero dovuto accettare qualunque richiesta dei "compagni". 
Il percorso non esclude il rapporto fra rivoluzione sessuale e cinema. Ed ecco le locandine di film dimenticati dai più, come "Bob&Carol&Ted&Alice", che ammicca agli scambi fra coppie e "Atti impuri all'italiana", ma anche "Porci con le ali", fino al cinema d'autore che si lascia contaminare. L'impero dei sensiUltimo tango a Parigi su tutti. In quegli anni tumultuosi poteva capitare di incrociare un fumetto su "Pravda", una ragazza bella, moderna e disinibita, che con le amiche non esita a picchiare uomini forzuti e ad assaltare un supermercato in sella a una moto. 
La visita finisce al piano terra, con la stanza V.M.18. Si chiama proprio così. E' la sezione con i pezzi di porno classico, che hanno fatto epoca a loro volta, dal film "Gola profonda" ai libri su gay e orge, fino ai film in pellicola da 8 mm, da vedere con un proiettore.
"Sex&Revolution!": una mostra forse non per tutti ma per molti. E da vedere. 

Dove:
Palazzo Magnani, corso Garibaldi 29 - Reggio Emilia

Orari: 
Dal 25 aprile al 15 luglio, venerdì sabato e domenica e festivi h 10-20
Aperture straordinarie: 25, 26, 30 aprile e 1° maggio h 10-20; sabato 19 maggio (notte dei musei) aperto fino alle 24. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Collecchio: indimenticabile notte rosa

FESTE PGN

Collecchio: indimenticabile notte rosa Foto

La Top5 delle donne del  Mondiale: 1) Georgina Rodriguez

L'INDISCRETO

La Top5 delle donne del Mondiale

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La ricetta della domenica - Riso all'ortolana

Riso all'ortolana

LA PEPPA

La ricetta  - Riso all'ortolana

Lealtrenotizie

Spara alla moglie e si getta nel vuoto

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

PARMA CALCIO

Caso sms, domani il processo: promozione a rischio. Calaiò lascia il ritiro

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

9commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

COLLECCHIO

Violento scontro in tangenziale: furgone sventrato da un autoarticolato Foto

Paura e contusioni per il conducente del furgone

AUTOSTRADA

Scontro fra 5 auto tra Fidenza e Parma: un ferito. Nuovo incidente: 8 chilometri di coda

Problemi sia tra Fidenza e Parma sia fra il bivio con l'A15 e Campegine. Disagi per traffico intenso a Modena e Bologna

FELINO

Le piadine di Igor fanno furore in Australia

Inchiesta

Violenza sulle donne, il centro che recupera gli «orchi»

1commento

GAZZAREPORTER

Allagamenti e vento forte: un albero cade su un'auto a Salso Foto

RIMPATRIATA

Quei «ragazzi» della mitica 3ªG sessant'anni dopo

Lutto

Bersellini, il macellaio innamorato della Cittadella

Federconsumatori

Polizze vita, il raggiro porta in Irlanda

Viabilità

Tangenziale di Parma: asfaltatura al via fra le uscite 4 e 3 verso Reggio

1commento

SERVIZI

Dal 16 luglio carta di identità elettronica rilasciata solo su appuntamento Come fare

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

Il caso

Valsartan, lotti ritirati anche dalle farmacie di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ceta, quando il meglio è nemico del bene

di Paolo Ferrandi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

IL PIU' GRAVE SULLA A1

Drammatico weekend sulle strade italiane, 9 morti in incidenti

NELLA NOTTE

Cinque colpi di pistola contro la casa di un giornalista a Padova

SPORT

RUSSIA 2018

Da Messi a Lewandowski: la "flop 11" del Mondiale

calcio

Ronaldo è arrivato: eccolo appena sbarcato a Caselle Video

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

PONTREMOLI

Villa Dosi Delfini: visite guidate in estate

MOTORI

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery

IL TEST

Nuovo Jeep Wrangler: come cambia in 5 mosse Foto