14°

28°

Indagine dei Nas

Aflatossine nel latte: 4 ai domiciliari, 2.400 forme sequestrate

In tutto ci sono 63 indagati. Le tossine vengono dal mais contaminato a causa di caldo e siccità

Aflatossine nel latte: 4 ai domiciliari, 2.400 forme sequestrate
Ricevi gratis le news
32

Quattro persone agli arresti domiciliari, il direttore del Centro servizi per l'agroalimentare Sandro Sandri e tre imprenditori agricoli, 63 persone indagate e 2400 forme di Parmigiano Reggiano sequestrate. Sono questi i numeri di una maxi operazione conclusa la scorsa notte dai Nas di Parma. Al centro delle indagini il ritrovamento di aflatossina nel latte usato per produrre formaggio. Si tratta di una tossina proveniente da mais risultato contaminato a causa caldo e siccità. 

Per tutti l’accusa è di associazione a delinquere finalizzata al falso in atto pubblico e alla commercializzazione di sostanze alimentari nocive e tentata truffa aggravata finalizzata alla ricezione di pubbliche erogazioni per il latte qualità. 

Secondo le indagini dei Nas, gli sforamenti sui livelli di aflatossina presente nel cereale, utilizzato per l’alimentazione dei bovini da latte, raggiungeva anche il doppio di quanto consentito dalla legge e dalle regole comunitarie.
L’inchiesta, coordinata dal pm Fabrizio Pensa, ha rilevato che le analisi condotte dal Centro servizi per l'agrolimentare di Parma non indicavano la reale presenza di aflatossina nelle partite latte.
Un fenomeno che si sarebbe ripetuto dal febbraio del 2013 ad oggi coinvolgendo 2.402 forme di Parmigiano Reggiano in diversi caseifici del Parmense, permettendo così di immettere nella produzione il prodotto contaminato che, secondo la legge, doveva invece essere consegnato all’Asl di competenza per la distruzione. 

Altri dettagli sulla Gazzetta di Parma 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • p

    21 Giugno @ 11.20

    Complimenti per la salvaguardia e la difesa dei prodotti food Made in Parma.....

    Rispondi

  • Stefania

    21 Giugno @ 00.02

    Vercingetorige ha ragione, a parte che ancor'oggi nei caseifici medio piccoli, il casaro lavora 365 giorni all'anno. Rispetto a trent'anni fa le condizioni di produzione sono cambiate e non di poco. Oggi il latte viene refrigerato già alle stalle e la stagionatura avviene in ambiente controllato, questo perchè nel latte sono considerevolmente aumentati gli agenti fermentativi che provocano lo scarto nel formaggio. Le mucche prima erano in stabulazione fissa, ed erano molto più curate e pulite, mentre ora con la stabulazione libera, nella maggior parte dei casi vivono in un ambiente sicuramente più favorevole allo sviluppo di inquinanti che poi vanno a finire nel latte. Inoltre l'introduzione del cosiddetto piatto unico nell'alimentazione del bestiame non ha di certo giovato al mantenimento di elevati standard qualitativi. Di certo i casari hanno dovuto adattare la lavorazione del latte all'evolversi delle condizioni.

    Rispondi

  • Artico

    20 Giugno @ 21.23

    Ok Paolo..ora è più chiaro..ho trovato inoltre in rete questo passaggio circa il mangime insilato del Grana Padano che recita quanto: le piante di mais sono triturate e messe ad acidificare in silos o bunker, durante questo procedimento si sviluppano acidi lattici che se non controllati e stabilizzati tendono a proliferare nei formaggi creando una sorta di “effetto lievitazione” . Per questo motivo viene aggiunto al latte insieme al caglio un conservante il lisozima codice E1105 che abbatte la carica batterica e permette di stagionare a lungo il formaggio Grana Padano. Per il Parmigiano quindi NESSUN insilato, ma mangime SECCO in cui può esservi pure il mais.

    Rispondi

  • Paolo

    20 Giugno @ 20.10

    @Artico: il mais viene utilizzato comunemente nell'alimentazione delle vacche destinate alla produzione del parmigiano reggiano (anche il mais OGM: http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/files/2013/07/mangimiparmigiano.jpg ); forse ti confondi con gli "insilati" di mais che effettivamente possono essere impiegati solo per il grana padano.

    Rispondi

  • giovcor

    20 Giugno @ 17.49

    ok vercingetorige, ok. Ma sei mai andato a vedere come si produce il PARMIGIANO REGGIANO?? Sei mai andato in una stalla a vedere cosa fanno gli allevatori?? Hai mai MUNTO con loro o con LORO fatto il formaggio anche a Natale?? Perchè se non lo sai il formaggio lo fanno anche a Natale e Pasqua, tutti i santi giorni c'è gente che si impegna per mantenere un marchio (che esso sia Parmigiano o Grana Padano o Asiago....) e ti assicuro che lo fanno nel rispetto della tradizione. Nel rispetto però non significa farlo come mille anni fa ma adeguarlo alla modernità. O tu per caso mandi via ancora lettere epistolari e non usi internet o mail o whatsup?? Non mi sembra. La cosa però più grave che sta avvenendo a parte le nostre piccole diatribe sul RE DEI FORMAGGI, mi sembra l'ignoranza che attanaglia l'opinione pubblica e mi spiego: quando uno non sa una cosa (ignora) il pericolo più grave è che voglia sentenziare e opinare su quella discussione ancora prima di informarsi o di almeno saper di cosa si tratti. L'ignoranza fa paura al popolino ma mantiene grasso il padrone.....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti