×
×
☰ MENU

Barolo Bussia Riserva 2010 Pianpolvere Soprano

Barolo Bussia Riserva 2010 Pianpolvere Soprano

di Andrea Grignaffini

23 Luglio 2020,12:14

Sarà un «grande vecchio» questo rosso già elegante, profumato e floreale
 

Rodolfo Migliorini, dopo avere ottenuto nel tempo ottimi risultati nel settore della spumantistica dalle vigne del Podere Rocche dei Manzoni ha virato improvvisamente su strade impervie ma gloriose. Nel 1998 a Bussia acquista la vigna Pianpolvere Soprano, una terra conosciuta già ai tempi di Napoleone tanto che il condottiero vi fece costruire una polveriera data la sua posizione strategica e il suo mesoclima che permette una costante brezza filtrata dai boschi. 
Progetto  sostenibile
Migliorini si tuffa a capofitto nell’avventura con passione travolgente e inizia a prevedere la produzione di un grande, anzi grandissimo Barolo, valorizzando al massimo questa terra millimetricamente vocata decidendo di seguire sui nove ettari vitati procedure sostenibili. Lo dimostra il fatto che oggi l’azienda fa parte del progetto Green Experience scegliendo la strada della lotta integrata, con la totale eliminazione dell’utilizzo di diserbanti, con l’inerbimento dei vigneti e l’utilizzo esclusivo di concimi organici, tutto ciò supportato da una zona dotata di un bacino lacustre di acqua sorgiva che bilancia e aiuta il lavoro umano nel rispetto dell’ambiente e della natura. 
Il barolo 2010
Il Barolo Pianpolvere Soprano Riserva Bussia 2010 omaggia un’annata davvero eccellente che ha permesso la produzione di vini maturi a livello fenolico, con acidità vivida ma perfettamente integrata. Vini che esprimono una bocca solida con tannino fitto ma anche raffinati ed eleganti. L’uomo e l’annata non potevano che raccordarsi al meglio in passaggi decisivi: l’affinamento in cemento, in legno e in vetro. Il risultato è un vino di colore rosso rubino tenue, elegante nei sentori floreali in cui i frutti in bocca sono fragranti; il sorso appalesa una piacevole e delicata sapidità che spolvera una trama fitta e un centro bocca polposo e sfaccettato. Il finale è travolgente già da ora ma darà soddisfazioni ancor più articolate in un futuro che già gli appartiene per casata.
 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI