×
×
☰ MENU

Intervista

Ghisleri: «Città divisa. E il centrodestra viene penalizzato dalle spaccature»

«È una fotografia delle intenzioni attuali. Cambiamenti possibili prima del voto»

Ghisleri: «Città divisa. E il centrodestra viene penalizzato dalle spaccature»

di Stefano Pileri

28 Maggio 2022,07:18

«Dal nostro sondaggio esce una città divisa più o meno a metà, sia nei giudizi sull'amministrazione uscente sia nelle intenzioni di voto: i candidati sono così tanti che le scelte degli elettori si disperdono poi in mille rivoli. Ma, al di là di questa frammentazione, direi che questa divisione è un aspetto evidente». Alessandra Ghisleri commenta i dati emersi dalla ricerca realizzata per la Gazzetta dal suo istituto Euromedia Research. La «signora dei sondaggi» mette in evidenza prima di tutto la «spaccatura» della città ma sottolinea anche quanto i parmigiani siano informati su queste elezioni («Sapevano bene di tutte le divisioni e i problemi nella presentazione delle liste»).

Quindi una città divisa a metà?
«Il giudizio sugli anni dell'amministrazione Pizzarotti mostra in modo chiaro questa situazione: una metà è insoddisfatta e un'altra metà è abbastanza soddisfatta, pochi a dir la verità quelli pienamente soddisfatti. E questo si ritrova anche per quel che riguarda il peso dei due principali schieramenti».

Sostanziale parità?
«È sempre difficile quando di tratta di valutare elezioni comunali dove ovviamente la presenza di numerose liste civiche sposta gli equilibri. Direi che a Parma il centrodestra paga le sue divisioni. È vero che in politica i voti non si sommano mai, però è evidente che il dato di Vignali sconta, oltre alla debolezza della Lega, la scelta di Fratelli d'Italia di presentare un proprio candidato sindaco.Come prevedibile, Vignali è molto noto e ha una sua lista Vignali sindaco che gli porta circa un terzo dei consensi. È evidente però che con un centrodestra unito i numeri sarebbero diversi»

Sul fronte opposto, la situazione di Guerra è ben differente
«Ha una buona notorietà e un'alta fiducia fra gli elettori. E raccoglie un buon risultato per l'evidente forza del suo schieramento, a cominciare dal Pd e poi dalle due liste, quella di Effetto Parma e di Michele Guerra sindaco che rappresentano un po' la continuazione dell'amministrazione uscente».

Parliamo degli altri due candidati che supererebbero quota dieci per cento: Bocchi e Costi
«Bocchi beneficia del trend di Fratelli d'Italia che è in crescita in tutta Italia. Mi pare di poter dire che è un voto più sul simbolo. sulla lista che sulla sua persona»

Quanto a Costi?
«È la vera sorpresa, almeno per noi. Senza simboli di forze politiche nazionali ottiene un risultato davvero notevole trainando le liste che lo sostengono grazie a un'elevata fiducia fra gli elettori che lo conoscono».

Che affidabilità ha questo genere di sondaggi elettorali?
«Questa è una fotografia il più possibile precisa delle intenzioni di voto dei parmigiani scattata all'inizio di questa settimana, quindi sostanzialmente a poco meno di venti giorni dal voto. E come tale va presa»

Ci potrebbero essere spostamenti rilevanti?
«La storia recente ci insegna che nelle ultime settimane, negli ultimi giorni prima del voto, ci possono essere spostamenti anche molto consistenti, ad esempio, per il richiamo al voto utile che di solito concentra il voto sui candidati più forti, anche al primo turno. E poi ci sono i tanti indecisi che andranno a votare ma che non hanno ancora deciso esattamente per chi»

E il ballottaggio?
«In quel caso abbiamo ancora un mese davanti. Possono succedere davvero tante cose e il numero di indecisi è molto alto. La prima impressione è che, al momento almeno, Vignali non riesca a recuperare tutti i voti di Fratelli d'Italia. Un altro sintomo di una spaccatura forte che per ora è aperta. Un dato interessante a cui prestare attenzione sarà chi sceglieranno gli elettori di Costi».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI